Un Camogli indigesto

0
1050

camogli

C’è il serio rischio che un giorno un paese prenda il nome da un panino. Avete presente Camogli e la celebre focaccina che tutti noi abbiamo almeno una volta mangiato frettolosamente in un autogrill? Ecco, un giorno Camogli potrebbe essere ricordata per il panino e non più per il bellissimo borgo che era. La tendenza di molte di queste località rivierasche la cui caratteristica è la dimensione ridotta, è di essere soggette a tentativi di ampliamento urbanistico come i vitelli pompati con gli estrogeni.

Le ultime novità a Camogli riguardano un progetto da tempo contestato che starebbe per andare in porto e che prevede: un parcheggio interrato su 4 piani per la realizzazione di 227 box privati e 8 posti auto; un secondo parcheggio interrato su 4 piani per la realizzazione di 225 posti auto a rotazione, costruito sotto l’area scalo e sotto piazza Matteotti, per una profondità di scavo di oltre 13 metri; nonché di 22 posti auto in superficie, in Piazza Matteotti, nell’area antistante il Teatro Sociale. Il Comitato Scalo Ferroviario e Italia Nostra hanno presentato un esposto in procura per fermare il progetto e i dettagli verranno illustrati sabato 30 aprile alle 10.30 nella sede del comitato in via Bozzo a Camogli. Ancora una volta i cittadini sono costretti a rivolgersi alla magistratura. Comunque vada è già questa una sconfitta. Il Camogli è sempre più indigesto.

LASCIA UN COMMENTO