TENERE LA CANDELA DALLA FIAMMA

0
898

Domani sera a Genova arrivano i Simple Minds… eccovi un vecchio post del 2017

Poco dopo l’alba. Ero in macchina che portavo mio figlio a scuola e cantavo a squarciagola. Giovanni ormai non ci fa più caso, è abituato a vedere questi imbarazzanti show: il padre come impazzito che canta, si sbraccia. La musica che scuote quasi l’auto.

Sì Giovanni, “we are burning slow”, noi bruciamo lentamente come dice la canzone. Sì, “wake up on brilliant days”… alzarsi in un mattino luminoso. Oggi, qui, adesso. Sì, “gold memories”… mentre l’oro del ricordo e della luce che hai davanti sembrano sovrapporsi. Il passato, il presente e chissà il futuro si toccano dentro di te. E’ un attimo.

E tu devi provare a tenere la candela dalla fiamma (holding candles to the flame), anche a costo di scottarti.

E tu puoi solo stare lì, mentre da ogni parte ti entrano dentro la luce dell’alba, l’aria gelida, la chitarra che ti tende fino all’ultimo nervo.

Tu sei vivo. Solo vivo. Niente di più, ma fino in fondo. Per qualche istante.

Spero che Giovanni mi ricordi sempre così. Non per quello che ho fatto (ma cosa ho fatto poi?), per il nulla che ho capito, ma per questi momenti di meraviglia, quando la vita ti prende e ti agita come un filo d’erba, una foglia.

TENENDO LA CANDELA DALLA FIAMMA

 

Stay, I’m burning slow
With me in the rain, walking in the soft rain
Calling out my name
See me burning slow

Brilliant days, wake up on brilliant days
Shadows of brilliant ways will change all the time
Memories, burning gold memories
Gold of day memories change me in these times

Somewhere there is some place, that one million eyes can’t see
And somewhere there is someone, who can see what I can see

Someone, somewhere in summertime
Someone, somewhere in summertime
Someone, somewhere in summertime

Moments burn, slow burning golden nights
Once more see city lights, holding candles to the flame
Brilliant days, wake up on brilliant days
Shadows of brilliant ways will change me all the time

Somewhere there is some place, that one million eyes can’t see
And somewhere there is someone, who can see what I can see

Someone, somewhere in summertime
Someone, somewhere in summertime
Someone, somewhere in summertime
Someone, somewhere in summertime
Someone, somewhere in summertime

LASCIA UN COMMENTO