RISSEU, QUELLE PIETRE UMILI CHE INSIEME FANNO UN MOSAICO

0
499
Risseu in Val Bisagno dal sito amicidipontecarrega.it

Chissà se lo facevano soltanto per gli occhi. O anche per i piedi. Il risseu, che già nella parola ricorda l’andamento irregolare, le pietre diverse una dall’altra. Arrotondate dagli infiniti passaggi.

Dicono che forse sia una versione povera dei lussuosi mosaici greci e romani. O che forse i viaggiatori liguri lo abbiano portato dall’Oriente, da Costantinopoli. Ma niente pietre preziose, niente colori sgargianti né oro. Già in questo pare così ligure: bianco e nero. Per guardarlo, ma anche per camminarci sopra. Perché anche la bellezza qui deve essere umile, misurata; deve avere una funzione.

Lo trovi a Palazzo Reale e davanti alla Madonna del Monte e all’Assunta di Camogli. Perché le chiese di Liguria – Albissola, Sori, Cervo – sono belle quando entri, ma forse ancor più quando esci (e devi mettere alla prova del mondo le parole trovate davanti all’altare). Sono fatte di navate e volte, ma anche di sagrati. Così già dalla fessura della porta vedi le pietre chiare che moltiplicano il sole, quelle scure che con la pioggia diventano scintillanti. Accese.

Il risseu dei nobili, delle chiese. E quello povero delle creuze.

Pare che pochi oggi sappiano farlo ancora. Dicono che tra i migliori, pensa un po’, ci siano gli albanesi.

Scegliere le pietre, misurarle con gli occhi, accarezzarle con le mani, tentare gli incastri e legarle con la terra. Il nero della serpentinite, il bianco del quarzo e della calcite; qualche macchia rossa di diaspro. Giorni di lavoro per pochi metri quadrati. Com’è più pratico e forse economico il cemento che ormai spesso vedi impastare dagli operai.

Ma la Liguria la riconosci anche così, con i piedi. Ci insegna qualcosa il risseu, ad adattare il passo, a capire che il mondo non è liscio. A ricordarci che per fare un mosaico bastano pietre umili, ma devono essere diverse, capaci di adattarsi le une alle altre. E alla fine nasce un disegno. In fondo non vale solo per i sassi, ma anche per noi.

LASCIA UN COMMENTO