Per restare a vivere a Genova servono treni e aerei

0
6589

E così anche il fantomatico Freccia Bianca Roma-Genova si arrende: il ritorno serale dalla Capitale si allunga di 36 minuti. In pratica – come ha raccontato Repubblica – diventa inutilizzabile per chi lavora. Va bene per andare a Roma dal Papa o per vedere una mostra, non più per un appuntamento di lavoro.

La Genova-Roma potrebbe essere percorsa in 3,40 minuti. Così invece siamo a 4 ore e 53 minuti. Andata e ritorno in giornata fanno quasi dieci ore. Impossibile.

Chi scrive su quel Freccia Stanca ci ha passato letteralmente anni di vita. Circa 700 volte avanti e indietro, vuol dire più di 2.800 ore, oltre quattro mesi. Avevi perfino fatto amicizia con i tre ragazzi che distribuivano il cibo e i giornali. Siete cresciuti insieme, viaggio dopo viaggio.

Quando lo vedevi arrivare al binario 9 di Brignole ti veniva un conato. Al ritorno, dal binario 25 di Termini, aveva già un profumo diverso perché sapeva di ritorno.

Hai fatto tante di quelle volte il viaggio che ormai avevi imparato a conoscere le case lungo il percorso, perfino le auto dei casellanti ai passaggi a livello lungo il percorso. “Il capostazione di Lerici ha cambiato macchina!”, ti sei sorpreso a dire un giorno.

Ricordi ritardi biblici. Un brindisi di Natale tra viaggiatori nella campagna di Grosseto.

Paesi attraversati mille volte e mai visitati.

Dio, quanto lo odiavi quel treno. E, però, ti ha tenuto legato a Genova. Perché senza non saresti potuto tornare, avresti reciso il legame. Saresti emigrato del tutto.

E chissà anche la famiglia, i figli. Sarebbe stato tutto diverso senza quel treno.

Oggi chi vuole restare appeso a Genova deve rinunciare anche al treno. Dopo che si sono arrese le compagnie aeree low cost: prima Ryanair, poi Vueling. Resta Alitalia con tariffe che, in regime di sostanziale dominio della linea, sono fuori della portata di chi viaggia spesso.

Roma come Milano: per percorrere quei 154 fino alla stazione Centrale ci vogliono quasi due ore. Faresti prima a piedi.

E’ un altro filo che si spezza: restare a Genova a lavorare è sempre più difficile.

I treni e gli aerei servono per andare. Ma anche per tornare… 

E INTANTO PER ANDARE DA TORINO A ROMA CI VUOLE MENO TEMPO CHE DA GENOVA, NONOSTANTE SIA TANTO PIU’ LONTANA.

ANDARE DA MILANO A ROMA RICHIEDE 2 ORE E 20, PRATICAMENTE LO STESSO TEMPO CHE SERVE DA GENOVA A MILANO.

LASCIA UN COMMENTO