Referendum, Toti perde il pelo ma non il vizio

0
1004

190558325-64ccd23f-63fd-43d4-bd4a-abc2e3d076a7

Non c’è niente da fare. E’ la propensione allo sbulacco che hanno nel dna il presidente della Liguria Giovanni Toti e i suoi. Il politico prestato – per un breve periodo- al giornalismo si è già beccato una condanna del Corecom (l’ente regionale che vigila sugli abusi riguardanti la comunicazione) per aver usato il sito della Regione Liguria per fare propaganda al No al referendum costituzionale.
Ed ora cosa accade ?

Che ti arriva un bel comunicato dalla mail della Regione Liguria dell’ufficio stampa di Forza Italia con questo titolo: “PROSEGUE IL TOUR DEL NO”. E poi di seguito il programma dei nipotini di Calamandrei, Parri, Togliatti e Terracini tanto per citare quelli ideologicamente a loro più cari.

Il tour per spiegare le ragioni del NO in merito al referendum costituzionale del 4 dicembre prosegue a tutto ritmo. Tra decine di iniziative e banchetti organizzati da Forza Italia, il Presidente del Gruppo Consiliare, Angelo Vaccarezza, parteciperà in settimana a tre incontri…. gli Assessori regionali Edoardo Rixi e Gianni Berrino, il Consigliere regionale Matteo Rosso… e l’Assessore regionale, Marco Scajola”.

Uheilà che ritmo! Non mi sembra, però, che il tour per il No rientri tra le attività istituzionali e mi auguro che cene, aperitivi e comizi non finiscano a piè di lista nei soliti rimborsi spese dei gruppi consiliari.

Ma come si dice in queste occasioni…Mai dire Mai (ma anche un altro assessore va bene lo stesso….)

LASCIA UN COMMENTO