Quei banchieri con la passione della Svizzera

0
988

Le ultime notizie provenienti da Como ci raccontano che la procura locale ha indagato Gabriele Volpi, ricchissimo industriale leader nella logistica portuale petrolifera in Nigeria, per auto riciclaggio. Secondo i pm Volpi, sotto indagine anche a Genova per presunti pagamenti in nero ai giocatori della sua Pro Recco, avrebbe fatto esportare illegalmente dalla Svizzera mezzo milione di euro, denaro che secondo la procura sarebbe frutto di illeciti (fatture per preparazioni inesistenti della Pro Recco, corruzione in Nigeria. Bancarotta, sostiene la procura di Como). Tutto da dimostrare perchè l’indagine si è appena conclusa e non ha ancora passato alcun vaglio di giudizio. Ma quello che qui vogliamo evidenziare è un altro aspetto. Volpi è attualmente il secondo azionista di banca Carige. L’ex presidente Giovanni Berneschi arrestato nel 2013 e condannato in primo grado a diversi anni di carcere non ebbe problemi ad ammettere di aver esportato illegalmente in Svizzera dei soldi, i suoi soldi, perchè non aveva gran fiducia nel sistema italiano. Lui che è stato ai vertici degli organismi bancari italiani. Prima Berneschi (ma non era il solo perchè Berneschi raccontò che anche il suo predecessore nascose dei suoi beni nelle banche elvetiche) e oggi, seppur con accuse tutte da dimostrare che l’interessato respinge, è il turno di Volpi. Ma se sono i banchieri italiani i primi a preferire la Svizzera cosa dovrebbero pensare i correntisti italiani, liguri, genovesi?

LASCIA UN COMMENTO