IL PROBLEMA DELL’ITALIA E’ LA LEGA (non gli immigrati)

0
1181

Nessuno dice che l’arrivo degli immigrati non abbia prodotto disagi. E anche problemi seri (per loro, oltre che per noi).

Ma proviamo a pensare alla nostra vita quotidiana con onestà intellettuale. Quali sono i problemi che ci rendono difficile la vita e azzoppano da decenni l’Italia?

Proviamo a suggerire alcune risposte.

  1. la corruzione e la questione morale in politica
  2. una divisione del Paese in due (nord-sud) che non ha uguali in Europa
  3. le mafie (che portano corruzione, droga, microcriminalità e minano la competitività delle imprese)
  4. la rovina dell’ambiente e del patrimonio artistico che in Liguria da solo vale il 20 per cento del pil
  5. i fascismi e gli estremisti violenti

Ecco, ora guardiamo all’atteggiamento della Lega in Liguria (ma varrebbe anche per l’Italia) su questi problemi che ci rovinano la vita.

LA QUESTIONE MORALE IN POLITICA – La Lega in Liguria vede imputati per spese pazze due esponenti di rilievo nazionale (Francesco Bruzzone ed Edoardo Rixi cui auguriamo ovviamente di essere assolti, ma finora attendono la fine del processo). Senza dire che dalla Liguria viene anche un terzo leghista, Armando Siri. Mentre, sempre a Genova, la Procura sta ancora cercando i 49 milioni di euro che la Lega deve allo Stato, quindi a noi.

LE INFILTRAZIONI MAFIOSE – La mafia, soprattutto nel Tigullio e ancor più nel Ponente, è forse il male più grave della nostra Liguria. Eppure nel dibattito politico – ascoltate le interviste dei candidati – la parola ‘mafia’ è quasi assente. Soprattutto nel centrodestra. E cosa fa la Lega? Nella campagna elettorale di Ventimiglia (epicentro delle infiltrazioni) schiera a sostegno del sindaco Scullino un parlamentare che arriva dalla Calabria e ha un suocero condannato in via definitiva per estorsione aggravata da metodo mafioso. E’ la persona giusta per denunciare le infiltrazioni?

LA TUTELA DELL’AMBIENTE E DEL TURISMO – Certo, il centrosinistra è stato il responsabile per anni della cementificazione nella nostra Regione. Ma il centrodestra rischia di essere quasi peggio. In pochi anni ha votato (con il sostegno convinto della Lega) alcune leggi vergogna: dal piano casa – perfino peggiore di quello voluto da Claudio Burlando – alle norme che spalancano le porte alle doppiette e che addirittura tagliano i parchi naturali. Mentre per sviluppare il turismo si punta su costose e grottesche iniziative: tappeti rossi e manifesti pubblicitari che mostrano il Matitone! (700mila euro di spesa)

ESTREMISMI DI DESTRA – (da Il Fatto Quotidiano) Carroccio e militanti di estrema destra a braccetto. È accaduto a Genova durante il tour elettorale di Marco Campomenosi, candidato leghista alle elezioni europee. Campomenosi ieri si è mosso tra mercati e strade del centro insieme  con diversi esponenti del Carroccio. Ma in molti nel gruppo hanno notato anche rappresentanti dell’associazione di estrema destra Libertà e Azione. Tra gli altri il responsabile genovese Giacomo Traverso che ha dichiarato: “Faccio una passeggiata in una bella giornata di sole”. Con lui era presente Giacomo Pedrazzoli, esponente di spicco di Lealtà Azione Milano. I rapporti tra esponenti della Lega e Libertà e Azione non sono una novità a Genova: prima di diventare assessore alla Sicurezza, Stefano Garassino – all’epoca segretario provinciale della Lega – aveva partecipato a convegni con Traverso. Alessandro Terrile (Pd) ieri ha commentato: “Traverso su Facebook parlando degli israeliani ha scritto: ‘Lurida razza di mercanti dal naso adunco’. Pedrazzoli tra l’altro è stato arrestato nel 2004 per duplice tentato omicidio (reato derubricato dai giudici d’appello in lesioni volontarie)”.

Allora chiediamocelo con sincerità: il problema della Liguria sono gli immigrati o la Lega?

 

LASCIA UN COMMENTO