Per uno dei più importanti rappresentanti della chiesa italiana, l’arcivescovo di Genova cardinal Bagnasco “le cause di annullamento di matrimonio sono legate a problemi di grave immaturità e problemi neurologici o di carattere psichico”.

Lo ha detto oggi il vicario giudiziale monsignor Rigon all’inaugurazione dell’anno giudiziario del tribunale ecclesiastico ligure. Il cardinale Bagnasco era al suo fianco e si suppone condivida. Non sono credente e quindi non ho probabilmente la sensibilità necessaria per capire il pensiero della Chiesa.

Mi stupisce però che un uomo della cultura, intelligenza ed esperienza del cardinale non possa concepire che una coppia possa separarsi semplicemente perché non si ama più.

 

2 COMMENTI

  1. Scusami ma è un post parecchio superficiale. Qui si parla di nullità matrimoniale, ovvero di quali sono le motivazioni riconosciute dal Tribunale Ecclesiastico per concedere l’annullamento di un sacramento, non del perché i matrimoni finiscono. Sono due cose ben diverse. Non è questione di fede o di sensibilità; solo di sapere di cosa si parla.

    • Certo, è solo che mi stupisco che nel 2019 la Chiesa non contempli di poter concedere l’annullamento perchè tra due persone, nel pieno delle loro facoltà mentali, si sia esaurito il sentimento dell’amore. Mi sembrava che qualche concessione sui sacramenti in questi secoli, e su terreni altrettanto delicati, fosse stato fatto. Sennò si tornerà a vietare il funerale ai suicidi.

LASCIA UN COMMENTO