“Gli immigrati seminano terrore”

0
1355

Capita di ascoltare la signora Daniela Santanché che a bruciapelo, tra insulti e altre amenità, dice: “Gli immigrati seminano terrore”.

Nessuno sottovaluta le difficoltà che nascono da un fenomeno che sconvolge nazioni e continenti. Nessuno ignora il sentimento di insicurezza che agita tanti italiani.

Ma questo è un blog dove vorremmo fare domande, più che dare risposte, e allora (ci) poniamo alcune questioni:

  1. ma davvero la nostra sicurezza è così in pericolo come dice Santanché oppure hanno ragione le statistiche delle forze dell’ordine che descrivono l’Italia come uno dei paesi più sicuri al mondo?
  2. ci mettono più in pericolo gli immigrati oppure la criminalità organizzata che in questi anni ha ucciso mille persone e controlla lo spaccio di droga nelle nostre città?
  3. Ancora: è vero che gli immigrati ci rubano tanta occupazione oppure i lavori che cercano disperatamente gli italiani non sono gli stessi che i migranti accettano di svolgere (badanti, facchini, braccianti…)?
  4. La disoccupazione che affligge i nostri giovani dipende dai migranti o piuttosto dal clientelismo e dalla corruzione che falsano la competizione e premiano i peggiori e i furbi?
  5. Le cure carenti, le liste di attesa infinite, la mancanza di prevenzione, gli ospedali cadenti, i pronto soccorso affollati che mettono a rischio la nostra vita dipendono dai migranti oppure dalla cattiva amministrazione e dalla politica che hanno messo a dirigere le Asl gli amici di partito piuttosto che gente capace?
  6. Le scuole fatiscenti – senza banchi, senza attrezzature didattiche, con soffitti che rischiano di crollare – dove i nostri figli sono costretti a studiare dipendono dai migranti oppure dalla cattiva amministrazione e dalla politica distratta?
  7. I treni e i mezzi di trasporto pubblico inadeguati dove ogni giorno dobbiamo recarci al lavoro dipendono dai migranti – che, come noi, cercano di viaggiare – oppure da corruzione, cattiva amministrazione, gare falsate, opere pubbliche inutili che hanno sottratto denaro alle casse dello Stato?
  8. Il disastro delle finanze pubbliche dipende più dai migranti o dall’emergenza provocata dalle banche dove sedevano tanti amici e parenti della nostra classe dirigente?

Insomma, se stiamo così male è davvero colpa dei migranti o prima di tutto nostra?

E non è che scarichiamo le responsabilità su di loro perché non riusciamo ad affrontare le nostre debolezze?

LASCIA UN COMMENTO