Genova resta a Pd e Pdl-Lega: GRAZIE CINQUE STELLE!

0
3905

Il miracolo del Movimento Cinque Stelle. Dopo la Regione Liguria e Savona, si sono persi anche Genova. Per non dire di Chiavari. E vedremo nelle prossime ore La Spezia.

Fatti loro, verrebbe da dire. E magari dei loro vertici regionali – Alice Salvatore e Luca Pirondini per non fare nomi – che forse potrebbero fare un passetto indietro dopo questa serie infinita di fiaschi. Per riuscire a perdere essendo il primo partito della città bisogna essere proprio bravì.

Ma invece no, sono anche fatti nostri. Primo, perché i Cinque Stelle avevano davvero affrontato questioni importanti del tutto trascurate da Pd e Pdl. Per dire: la tutela dell’ambiente, lo stop al cemento, la battaglia alla ‘ndrangheta e all’invasione delle slot.

Per non dire di alcuni punti interessanti del programma di Pirondini, come quello del ruolo del Comune in ambito sanitario.

Secondo, i Cinque Stelle erano una speranza unica per proporre una nuova classe dirigente cittadina. Per dare voce a intere categorie di uomini e donne che non riescono ad affacciarsi alla vita civile.

Purtroppo, però, il M5S ha fallito. Si è bruciato al contatto con il potere. Ha selezionato una classe dirigente in base alle fedeltà e non alla competenza. Va avanti chi dice sempre sì al Capo.

Ecco il risultato: la Liguria – una regione non di centrodestra – è finita a Pdl e Lega. Savona, città di sinistra, è in mano al centrodestra. Adesso toccherà anche a Genova?

La medaglia d’oro della Resistenza si scoprirà leghista, sarà affidata a chi per il problema migranti propone “pulizia di massa”??

INSOMMA, COMUNQUE VADA SAREMO SEMPRE PIU’ NELLE MANI DEGLI EREDI DI BURLANDO E SCAJOLA. QUEI PARTITI CHE I LIGURI E I GENOVESI HANNO MOSTRATO IN TUTTI I MODI DI VOLER CACCIARE.

DI QUESTO DISASTRO SONO RESPONSABILI SOPRATTUTTO LORO:

GRAZIE CINQUE STELLE!

LASCIA UN COMMENTO