Pur nutrendo nei confronti del M5s molte riserve e alcune avversioni, riteniamo Alice Salvatore e Luca Pirondini capigruppo in Regione e Comune dei pentastellati, persone in buona fede e oneste, seppur inclini all’immancabile caratteristica dei grillini, ovvero vincolare il proprio pensiero a quello del Movimento.

Ciò detto, eccoci con l’ultimo bidone che gli alleati della Lega hanno tirato ai Cinquestelle. Lo abbiamo raccontato ampiamente sui nostri giornali (Il Fatto e Repubblica). Con un emendamento infilato in zona Cesarini nella legge Anticorruzione approvata da pochi giorni, la Lega ha modificato un reato, il 316 ter, che punisce l’indebita percezione di erogazioni rendendo di fatto possibile una derubricazione del reato di peculato in quello previsto dal 316 ter. In altre parole decine di ex consiglieri regionali di vari partiti (ma dentro ci sono i big della Lega tipo Edoardo Rixi) imputati o condannati nei processi per le spese pazze potrebbero ottenere un regime di prescrizione favorevole in grado così di annullare gli effetti della legge Severino sulla decadenza dei politici condannati.

La domanda a Salvatore e Pirondini è: diteci per favore cosa ne pensate di tutto questo. Ma diteci la verità, non usate le solite formule da soldatini coreani, non usate i prestampati, parlate con il cuore. Diteci cosa provate, voi che sognavate la spazzacorrotti, a ritrovarvi con il salvaimputati. Proverete un minimo fastidio, imbarazzo, prurito? Oppure no. Va tutto bene e l’onestà trionferà. In fondo basta un emendamento alla legge sulla felicità e tutto diventa possibile.

I LINK

Il Fatto Quotidiano

la Repubblica

LASCIA UN COMMENTO