ALLERTA METEO ROSSA in porto comandano i terminalisti

0
657

Oggi con la proclamazione dell’allerta meteo rossa i portuali scioperano. È uno sciopero che sancisce l’incapacità dell’Autorità Portuale di Genova e del suo presidente Signorini di stabilire regole comuni a tutti gli operatori in caso di allerta meteo. Prima di tutto va chiarita una cosa: chi rischia la pelle quando le raffiche di vento fanno volare i container o piegano i pacheco non sono i padroni dei terminal o i funzionari di palazzo San Giorgio. Sono i lavoratori della Culmv e dei Terminal. L’aspetto vergognoso di questa situazione è che il grande porto che nonostante il crollo dei Morandi fa registrare traffici record, in un anno non è stato capace di trovare una linea di comportamento in caso di allerta meteo. Esattamente un anno fa il vento a 160 all’ora spazzava le banchine e mentre il resto della città si fermava, il porto (nonostante l’Autorità portuale abbia il compito di garantire la tutela delle persone oltreché delle merci) andava avanti. Si fermava solo al terminal Spinelli quando un delegato segnalava condizioni impossibili e la Cgil proclamava uno sciopero immediato. Iniziava in quei giorni una serie di incontri fra lavoratori, sindacati, Autorità e terminalisti per arrivare ad un regolamento condiviso. Una farsa protrattasi un anno fra continui rinvii e nessun risultato. Oggi l’allerta e la proclamazione dello sciopero.Se a qualcuno non era ancora chiaro l’evidente legame fra la presidenza dell’Autorità e la presidenza della Regione che ha nei terminalisti dei convinti sostenitori, il vento di queste ore servirà a spazzare gli ultimi dubbi.

LASCIA UN COMMENTO