Tutti quei sindaci che: “Cittadini! Io ho fatto….”

0
694

Elezioni amministrative in Liguria ( e in tante altre parti d’Italia).

Quando si dice, nei casi di bilanci politici dopo 5 o 10 anni:  il sindaco ha fatto, non credeteci, Siete voi, con le vostre tasse che avete contribuito a far si che il sindaco desse indicazioni a terzi di fare (giunta, dirigenti, uffici).

Talvolta ristabilire le regole di verità fa bene, diciamo che riduce il delirio di onnipotenza di una classe politica che in questi anni ha anteposto l’io al collettivo.

Il sindaco è un guida ed un mediatore tra interessi diversi, spende denari non suoi utilizzandoli al meglio con regole stabilite.

L’avvicinarsi delle elezioni in questa nostra regione fa si che si continui nel perseverare in quella cantilena: io sindaco ho fatto, io farò se sarò sindaco.

No, quello da dire e far capire ai cittadini è: che bilancio ha un comune; quali e quante cose deve e può fare con i denari che ha in sua disponibilità e quanto sarebbe necessario per migliorare i servizi .

Quali sono i progetti a cui possono concorrere i privati in co-finanziamento, quali sono le possibilità di investimento da effettuare in concorso con gli altri enti pubblici.

Il ruolo che si deve avere tra le pubbliche amministrazioni e la comunità europea nella ricerca di forme di co-finanziamento di opere pubbliche.

Quindi questo eccesso di personalismo dato più da un bisogno mediatico che dalla realtà delle cose, dovrebbe essere riportato alla verità dei fatti.

Ci aspettiamo dai candidati sindaco una vera riflessione sull’organizzazione del bilancio comunale e la distribuzione dei denari nei vari assessorati di competenza (se finanzio i lavori pubblici e riduco l’ambiente effettuo una scelta politica), una riflessione sulle macchine comunali, che da troppo tempo arrancano, sui dirigenti e sui funzionari. Le elezioni sono lo strumento per confrontarsi non sull’io ma sulla classe dirigente pubblica e le capacità della stessa di essere moderna, sulle competenze della classe politica e sulle proposte di visione.

La visione ecco quello che occorre alla classe politica. Qualcuno l’ha vista?

Massimo Maugeri

Stefano Sarti

Esponenti di Legambiente

Rispondi