Sghignazzi e claque, la conferenza stampa secondo il M5s

0
2709

Nel ricordo dei cronisti genovesi degli ultimi decenni non esiste una conferenza stampa dai toni altrettanto grotteschi e offensivi nei confronti dell’informazione come quella andata in scena un paio di giorni fa al Porto Antico. Il M5s aveva annunciato una conferenza stampa per la presentazione ufficiale del candidato sindaco di Luca Pirondini e del suo programma.

Quella che invece è andata in scena (il video è sulla pagina Fb del M5s Genova e su quella di Pirondini) è stato un show con una rumorosa claque collocata strategicamente alle spalle dei giornalisti che applaudiva, rumoreggiava, urlava, sghignazzava, contestava i cronisti, esprimeva commenti sulle domande. Si è concretizzato il sogno di Beppe Grillo di stravolgere le regole democratiche per esercitare una pressione sulla stampa. Le conferenze stampa sono una cosa diversa: si fanno domande e si danno risposte senza un pubblico isterico. Quella di Pirondini e del M5s assomigliava a una prova di forza, a un avvertimento alla stampa. 

A iniziare dai giornalisti costretti, per porre le domande ad avvicinarsi al tavolo e a piegarsi per porre le domande a causa del filo corto del microfono. Penoso. Ma sto parlando di quei cinque che stavano dietro al tavolo. Ad Ankara hanno un futuro politico assicurato.

Rispondi