CONTRO LE SLOT: “La messa è finita, andiamo in piazza”

0
2657

“Vogliamo metterci la faccia”. E padre Francesco Cavallini ce l’ha messa. Contro le slot.

Ore 21 di ieri. Siamo alla messa di domenica sera al Gesù di piazza Matteotti. Una celebrazione viva. Un appuntamento fisso per centinaia di persone, tantissimi ragazzi.

E Francesco, prima di congedare i fedeli, parla dall’altare: “Stasera alla fine della messa vi chiedo di venire con me in piazza De Ferrari, davanti alla sede della Regione. Con un lumino in mano, per protestare contro la legge a favore delle slot machine”. Quella legge che incredibilmente fa slittare di un anno l’entrata in vigore di nuovi e stringenti limiti contro il proliferare delle macchinette che a Savona, per dire, sono una ogni 120 abitanti. Un regalo ai signori delle slot, cui la Lega strizza un occhio.

A padre Francesco non va giù. E così finita la messa va a protestare. Centinaia di persone lo seguono.

“Difendiamo i più deboli”, pensionati, disoccupati, ragazzi che cacciano via i loro pochi soldi nelle slot.

Qualcuno per fortuna si ricorda ancora di loro.

Dall’altare alla strada. LA MESSA E’ FINITA, ANDIAMO IN PIAZZA

Rispondi