Ricordate? Che nostalgia. Era il 16 marzo 1993 e Luca Leoni Orsenigo, deputato della Repubblica Italiana della Lega Nord, sventolò nell’aula di Montecitorio un cappio, nell’esplicito riferimento alla necessità di fare pulizia di una classe politica corrotta che aveva indebitato il paese oltre misura.

Bei tempi. Oggi il cappio la Lega fa meglio a non sventolarlo perché rischierebbe di restarci impigliata. A cominciare dalla Liguria. Un neodeputato con buona possibilità di fare il ministro come Edoardo Rixi e un neosenatore come Francesco Bruzzone a processo per le poco eroiche spese pazze (pagate, secondo i pm, dai contribuenti liguri), e poi la bella mossa di nominare come neo assessore allo Sviluppo economico al posto di Rixi il supermanager Andrea Benveduti che è pure lui a processo a Milano per reati fiscali.

Finito il tempo dei ladroni, oggi tutti garantisti.

Rispondi