GARASSINO 1, PORGI L’ALTRA CHIAPPA

0
1089

“Il primo che chiede l’elemosina lo prendo a calci nel sedere”. Così l’assessore genovese Stefano Garassino – che pure non ha fisico da culturista – ha dichiarato con piglio maschio la sua posizione sui migranti.

E pensare che era nata come una giunta cattolica. Con un sindaco che va a messa e si mostra in prima fila quando arriva papa Francesco a predicare accoglienza.

Ma oltre ai voti dei cattolici poi bisogna prendere quelli dei leghisti. E di quelli che sono “diversamente tolleranti” (la parola razzisti ormai è vietata). Allora si va a messa e all’uscita si spara a zero sui migranti.

Intanto i migranti non contano un fico secco e si possono prendere, appunto, a calci nel sedere.

O forse no, pensiamo male: Garassino intendeva spiegare a suo modo il Vangelo: PORGI L’ALTRA CHIAPPA.

Rispondi