Il dramma del leghista: sparare o parlare agli uccelli

0
642

 

Immaginiano in queste ore il tormento di Francesco Bruzzone presidente leghista del consiglio regionale della Liguria, ma ancor prima che politico, cacciatore. I suoi doveri istituzionali lo hanno condotto in queste ore ad Assisi sulle orme del santo che parlava agli uccelli. Ma Bruzzone degli storni non conosce la lingua, al limite il richiamo.

Sembrano foto che contrastano fra di loro. Ma sapete cos’è il bello della politica di oggi? Che puoi fare tutto e il contrario di tutto e non succede niente. La gente sbraita, protesta e saltella di qua e di là senza riuscire a spiccare il volo. Come delle quaglie. E il Bruzzone di turno è pronto a impallinarle.

Rispondi