Vicende contadine…
Da quasi 10 anni coltiviamo varieta’ antiche di grano tenero. Siamo stati i primi, in Vallata (Alta Val Secca), a reintrodurlo ed a farlo conoscere. Si semina in Autunno (ottobre/novembre) e si miete dopo la meta’ di luglio. È un rito che si esegue con Amore e Speranza di Fecondita’. Il ciclo colturale è di circa nove mesi. È una attesa simile alla nascita di un bambino. La mietitura è una festa dopo la lenta attesa. Durante l’inverno, dopo la germinazione, il campo diventa quasi un luogo di culto, di meditazione…Energia positiva. È il nostro Pane in tutti i sensi!…Ma poi arrivano i cinghiali e distruggono il lavoro, le aspettative…Tutto nell’indifferenza della Politica agricola regionale che parla, promette ma non mantiene gli impegni assunti! Qui non c’entra la Destra o la Sinistra…l’Agricoltura è trasversale e nulla c’entrano le ideologie! Quello dei cinghiali è un problema irrisolto che dura da anni, da quando furono reintrodotti ed incrociati con i suini, per accontentare i cacciatori.

Di fatto, coltiviamo ed “alleviamo” cinghiali a spese nostre e ad esclusivo beneficio dell'”arte” venatoria…E poi ci dicono che non ci sono i Fondi per pagare i danni integralmente ed al tempo stesso escono fuori con provvedimenti bizzarri ed inopportuni come quello di qualche giorno fa, su proposta dell’Assessore all’Agricoltura Stefano Mai, che prevede di non far pagare ai giovani cacciatori le tasse per i permessi di caccia (introiti pubblici che vengono utilizzati per pagare i danni da selvatici subiti da Agricoltori ed Allevatori)…Fatto ancor più grave, le dichiarazioni di Mai il quale ha dichiarato che “i cacciatori sono i soggetti che meglio tutelano la Biodiversità”, così offendendo la dignità millenaria di Contadini e del mondo rurale che vi ruota attorno!! Auspichiamo, dunque, che l’Assessore Mai chieda scusa ed attivi concrete misure efficaci ad eliminare questa piaga sociale! Ad ogni buon conto, stanchi, esausti ed assai arrabbiati, chiederemo alla Magistratura di fare chiarezza sulle eventuali responsabilita’ penali…Quelle politiche, sono all’evidenza di tutti!

Rispondi