CARO BUCCI, LA CITTA’ E’ SCIATTA

0
540

E’ la steppa o un marciapiedi? Cammini per corso Europa, per Nervi, per la val Bisagno. L’impressione è di una città non curata. Sciatta. Erbacce alte mezzo metro, carte.

Poi il solito corredo di buche, transenne dove il marciapiedi è rotto, aiuole con vegetazione stile Bengala.

Difficile dire se Genova sia peggiorata. Certo non è migliorata.

Colpa di Bucci? Non vogliamo dire questo. Ma al di là dei proclami, dei dati e delle promesse roboanti, la città dà un’impressione di poca cura.

Vero, è uno spettacolo triste comune ad altre città d’Italia. Siamo in crisi, non ci sono soldi, le casse pubbliche sono vuote.

Non vogliamo fare il solito mugugno sulla rumenta. Ma forse le erbacce potrebbero insegnare qualcosa a Bucci. E a tutti quelli che avevano creduto alle sue promesse come al Verbo. Che si erano affannati per essere in prima fila tra i suoi incensatori. Anche tra i giornalisti.

Bisogna stare attenti prima promettere miracoli. Non è saggio, oltre a non essere giusto, pensare che chi c’era prima di te non sapeva fare un fico secco. Ma soprattutto, caro Sindaco, ci vogliono tempo e umiltà. Ci vorranno anni perché lei possa realizzare i suoi programmi, ammesso che ci riesca. Saranno necessari anni a noi per capire se lei è un bravo sindaco. Le auguriamo sinceramente successo, per lei e per noi cittadini.

Intanto teniamoci le erbacce. Forse più delle passatoie rosse e degli ombrellini tanto carini, avremmo voluto un po’ più di pulizia. E qualche chiacchiera in meno.

Buona fortuna

Rispondi